Le Havre è il più  grande porto da crociera nel nord della Francia. Si trova nell’estuario della Senna al largo della Manica.

Villaggio di pescatori fino al 1517, il re Francesco I trasformò la città in un porto perché gli antichi porti di Honfleur e Harfleur erano insabbiati. Da allora ha continuato ad essere un porto importante.

Distrutta in gran parte dai bombardamenti del 1944, fu ricostruita dopo la guerra da Auguste Perret, e molti monumenti sono oggi il simbolo di questa rinascita. La sorprendente e assolutamente moderna architettura del centro città ha fatto guadagnare a Le Havre un posto nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 2005!

Incaricato di rimettere in piedi la città, l’architetto ha creato delle case luminose e funzionali, come dimostra l’appartamento pilota Perret, la cui visita vi farà immergere nel cuore degli anni ’50.

Costruita in memoria delle vittime dei bombardamenti, la maestosa chiesa di Saint-Joseph’s, che sembra un grattacielo di New York, domina l’intera città. Capolavoro architettonico del XX secolo, l’edificio classificato come Monumento Storico, si distingue per l’imponente torre ottagonale a lanterna alta 107 metri! All’interno, le innumerevoli vetrate multicolori sono fonte di ammirazione.

Cattedrale di Notre-Dame

La Cattedrale di Notre-Dame, che riunisce lo stile gotico, il Rinascimento e il barocco, è l’edificio più antico del centro città ricostruito di Le Havre. La sua costruzione comincia nel 1575 per concludersi nel 1638. Nel corso dei secoli ha risentito delle guerre di religione, della Rivoluzione e poi, nel 1944, delle devastazioni dei bombardamenti alleati. Tuttavia, si è comunque deciso di conservarla e restaurarla.

Le Muséum

L’edificio dell’antico Palazzo di giustizia costruito nel 1760 è stato riconvertito in Muséum nella seconda metà del XIX secolo. Le mostre temporanee, ludiche e interattive ospitate in questo luogo di scoperta e di condivisione per le famiglie illustrano le ricchezze del mondo animale, vegetale e minerale.

MuMa

E’ una mattina del 1872 quando Monet dipinge su tela la sua percezione straordinaria di un’alba nebbiosa sul porto di Le Havre. Quel quadro, “Impressione, levar del sole”, è la prima opera d’arte moderna, ispirato dalla luce eccezionale dell’estuario. Le Havre, il suo porto, la sua spiaggia, le sue regate, hanno in seguito ispirato i grandi maestri dell’Impressionismo: Pissarro, Sisley, Boudin, Monet, Jongkind.

Il MuMa, situato vicino al luogo in cui Monet aveva collocato il suo cavalletto, ospita la principale collezione impressionista in Francia (più di 450 opere), dopo il museo d’Orsay di Parigi.
Diversi pannelli segnano un percorso sulle orme degli impressionisti e dei Fauves (Dufy, Marquet, Friesz), dal bacino commerciale fino all’ingresso del porto e poi lungo i boulevard Clemenceau e Albert 1er prima di raggiungere Sainte-Adresse, ai piedi del Cap de la Hève.

La stragrande maggioranza dei crocieristi non rimane a Le  Havre durante gli scali, ma la usa piuttosto come punto di partenza per esplorare la Normandia o per un tour a Parigi. (Nota: Parigi è una distanza considerevole da Le Havre – circa 200 km – e ci si impiega almeno tre ore di autobus a tratta).

close
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.