L’alto tasso di incidenza in Martinica e Guadalupa negli ultimi mesi ha costretto gli armatori a proporre nuove rotte per l’inverno. Per l’economia delle Antille francesi, questo è un duro colpo. 

Le crociere non si fermeranno in Martinica e Guadalupa quest’inverno. Per mancanza di autorizzazione, le compagnie hanno deciso di fare a meno delle Antille francesi per le loro crociere, mentre il tasso di incidenza era esploso nelle due isole negli ultimi mesi. 

In realtà, tutto è stato deciso a metà ottobre durante un incontro tra le autorità locali, il governo e la CLIA, l’associazione internazionale delle compagnie di crociera. 

“La CLIA continuerà il suo impegno e le sue discussioni, ma non ci sarà, a rigor di termini, una stagione nelle Antille francesi, sarà altrove nei Caraibi”, ha indicato il suo presidente per la Francia Erminio Eschena al sito specializzato TourMaG .com . 

Ma le navi staranno bene nei Caraibi. MSC ha scelto come porto di imbarco un’altra isola francese, Saint-Martin, ma anche Barbados per navigare verso Santa Lucia o Antigua e Barbuda. Costa, dal canto suo, ha preferito rivolgersi alla Repubblica Dominicana.  

Una decisione carica di conseguenze

Per Martinica e Guadalupa è inevitabilmente un duro colpo. In dieci anni il numero dei crocieristi si è moltiplicato per 4 in Martinica con 285.128 persone nel 2019, la metà del totale dei turisti dell’isola. Dal canto suo, la Guadalupa ha registrato più di 330.000 crocieristi nel 2019, 65.000 in più rispetto al 2017. 

Basti pensare che molte agenzie di viaggio, soprattutto le più fragili, affrontano una grande incognita con il rischio di vedere le crociere allontanarsi dalle Antille francesi. 

“Questa è una decisione che ha gravi conseguenze per le nostre attività, ma anche per i taxi, i venditori di escursioni, gli operatori di pullman”, spiega a FranceInfo Valérie Ambroise, presidente dell’unione delle agenzie Antilles-Guyane. 

Una data di ripresa è ancora sul tavolo per un’autorizzazione allo scalo: 15 gennaio 2022. Ma ci sono poche possibilità che le crociere cambino i loro piani per l’inverno. 

close
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.