Noi di Crociere Smart abbiamo intervistato Francesco Litro, Tour Manager, Responsabile Ufficio Escursioni a bordo della Costa Smeralda, per scoprire come  sono cambiate le modalità delle escursioni.
Il programma delle escursioni è stato completamente ridisegnato, per consentire ai passeggeri di sbarcare in totale sicurezza.

Francesco Litro si è, a lungo, soffermato nell’ illustrarci i servizi che rispettano il concetto di “bolla”, filo conduttore del nuovo modo di far crociera.
Purtroppo, per le varie disposizioni degli enti locali di ogni scalo, Regione, Comune, Autorità Portuali, lo scenario muta di giorno in giorno.
Pertanto ogni giorno tutti i tour vanno rivisti ed adeguati alle norme adottate, non solo a livello nazionale, ma soprattutto dalle autorità locali.

Costa si affida, tutt’ ora, alle agenzia di terra storiche, che hanno dovuto adeguarsi ai nuovi protocolli. Tutti i bus sono sanificati in entrata ed uscita, la capienza deve essere al 50%, tutte le guide  gli accompagnatori e gli autisti devono sottoporsi al tampone antigenico.

Per controllare che tutto si svolga seguendo i protocolli sanitari  nelle escursioni sarà sempre presente un “accompagnatore” dell’ Ufficio Escursioni di Costa Crociere

Gli ospiti dovranno sempre indossare ” l’ orbit ” che monitonera’ ogni spostamento ed ogni “incontro”, in modo da poter essere tranquilli anche qualora dovesse insorgere qualche caso sospetto.

Anche il prenotare una escursione, oggi, è cambiato.
In precedenza, le prenotazioni venivano effettuate principalmente in ufficio.
Oggi, con il nuovo protocollo sanitario, la prenotazione va effettuata o a casa, prima della partenza sul MyCosta oppure a bordo dall’applicazione Costa o sui totem.

L’ Ufficio Escursioni a bordo, è quindi sempre chiuso per garantire l’allontanamento sociale.
Per consentire ai passeggeri di ottenere risposte alle loro domande, è stato istituito un call center.
Due linee telefoniche sono dedicate alle escursioni: una fornisce informazioni ai passeggeri e un’altra consente la prenotazione. E può essere contattato via telefono, componendo il numero 8532.
La Costa Smeralda è dotata di numerosi totem per consentire ai passeggeri di prenotare le proprie escursioni.

Ovviamente Costa  ha anche pensato al tempo libero, ed alle eventuali pause toilette.
Per questo Costa ha selezionato dei partner: bar, ristoranti, negozi che applicano il protocollo sanitario dell’azienda.

La regola più importante in escursione? Il gruppo deve sempre stare insieme.
Spetta alla guida garantire il rispetto del protocollo sanitario.

La guida riceve l’elenco dei nomi dei passeggeri che partecipano all’escursione. Deve contare regolarmente i passeggeri ed effettuare appelli.
È impossibile uscire dalla nave da soli. E anche di lasciare il gruppo in escursione, pena il divieto di reimbarco.

Francesco Litro era entusiasta nell’ affermare che, dopo alcune settimane di implementazione, non solo su Smeralda, ma anche su Costa Deliziosa e Costa Diadema, il riscontro da parte dei passeggeri è stato positivo.

Il punto d’incontro per le escursioni  è esclusivamente a bordo e le partenze per le escursioni sono distribuite su mezza giornata o una giornata.

Le escursioni diventano così più “intime” perché il gruppo ha un massimo di 30 persone, si è sempre seguiti e monitorati.
Tutti i passeggeri sono dotati di audioguida per seguire tutte le indicazioni della guida, mantenendo le distanze di sicurezza, cosa a cui si presta sempre particolare attenzione.

close
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.