Molti libri sono stati scritti e molte leggende avvolgono l’affascinante mistero del Graal.

È possibile che l’originale si trovi proprio a Valencia?

  • Il mistero che ruota attorno al calice usato da Gesù per l’ultima cena ha appassionato generazioni e generazioni, dai credenti a quelli che sono attratti solo dal suo fascino ermetico.

Le ipotesi sul Santo Graal si sono sprecate e le ricerche del Graal sono state l’obiettivo di diversi ricercatori sin dal Medioevo.

  • Sono stati scritti libri, sono stati girati film e sono realizzati numerosi documentari.

Il Santo Graal ha sempre suscitato un misto di stupore, di curiosità e di interesse storico.

Nel tempo il Graal è stato identificato con diversi calici, situati in diverse parti in Italia e nel mondo.

Ma, tra tutte, il “Santo Cáliz” come è chiamato in Spagna –  conservato nella Cattedrale di Valencia –  è stato ritenuto quello autentico utilizzato da Gesù.

  • I grandi tesori, molto spesso,  vengono custoditi in luoghi discreti e semplici.

La Cappella del Graal della Cattedrale di Valencia è uno di questi luoghi. 

  • Raccolta e tranquilla, dal 1916 custodisce con cura una delle reliquie più ammirate e celebrate dalla Chiesa Cattolica.

Il profumo dell’incenso e la luce tenue che filtra attraverso  la vetrata caratterizzano questo luogo e avvolgono di grande mistero la reliquia. 

  • Quasi incastonato dietro l’altare, il Santo Graal si mostra solenne attraverso il vetro che lo protegge.

I dati archeologici e storici della reliquia al suo arrivo alla Cattedrale di Valencia indicano che si tratta proprio del calice che utilizzò Gesù Cristo nell’Ultima Cena. 

  • Due Papi hanno confermato la sua autenticità facendo uso del calice in diverse messe.
  • Prima Giovanni Paolo II nel 1982 e successivamente Benedetto XVI in occasione del V Incontro Mondiale delle Famiglie nel 2006.

Dalla Cattedrale (ingresso a pagamento) vi si può accedere liberamente.

  • In questo luogo, complici il profumo di incenso e l’illuminazione soffusa, si viene quasi avvolti da tutto il mistero che essa trasuda.

Ci si può credere oppure no, ma di certo non si può rimanere indifferenti.


Vuoi leggere altre nostre escursioni ?


Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le nostre novità e promozioni? ISCRIVITI al

close
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.