Costa Deliziosa imbarcati a Trieste 350 passeggeri per la prima crociera Costa dopo il lockdown.

Redazione Ansa

Sono stati imbarcati i circa 350 passeggeri della Costa Deliziosa, la prima nave da crociera della compagnia Carnival a tornare in mare dopo il lockdown, che sono partiti oggi pomeriggio dalla stazione marittima di Trieste.
Il viaggio della nave durerà una settimana e toccherà i porti di Bari, Brindisi, Corigliano-Rossano, Siracusa e Catania, per poi fare ritorno a Trieste in vista della successiva partenza.
“È un momento storico ed emozionante. La ragione per cui sono qua è proprio perché rappresenta una reale ripartenza”, ha dichiarato Massimo Brancaleoni, Senior Vice President World Wide Sales di Costa.
Brancaleoni ha auspicato che gli ospiti “possano godere di quest’esperienza e, soprattutto, che noi possiamo raccogliere nuove opportunità da questa incredibile tragedia, come quella di avere una crociera con soli porti italiani che non avremmo mai pensato prima”.

Occorre “guardare all’interno di questo ecosistema così perturbato a nuove opportunità -ha aggiunto – per crescere con vigore e con forza ed essere più bravi del passato”.

Brancaleone ha poi indicato due “parole chiave: responsabilità e progressività. Questa crociera è un riscaldamento che ci aiuterà sia da un punto di vista dei protocolli che a capire la qualità dell’esperienza che forniremo ai nostri ospiti, e anche attraverso il loro ascolto magari modificheremo qualcosa. Si tratta di imparare e ascoltare”, ha concluso.
“È un grande piacere poter dare nuovamente il benvenuto a bordo ai nostri ospiti dopo oltre cinque mesi di pausa e siamo felici di ripartire proprio dall’Italia”.

Lo ha dichiarato Michael Thamm, Group CEO Costa Group e Carnival Asia, in occasione dell’imbarco alla Stazione Marittima di Trieste dei passeggeri della Costa Deliziosa, la prima nave da crociera della compagnia a tornare in mare dopo il lockdown.

close
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.